kintusgi ferite anima

Il Kintsugi è un’antica pratica giapponese che consiste nella riparazione degli oggetti rotti con l’oro, che ne mette in risalto le crepe donandogli nuovo valore.

Questa pratica può essere anche una metafora psicologico – spirituale, che ci consente di accettare e integrare le ferite dell’anima in qualcosa di prezioso e unico.

La filosofia e la pratica del Kintsugi

Il processo del Kintsugi consiste nella riparazione di un oggetto rotto utilizzando una lacca mescolata a polvere d’oro. La lacca funge da collante, mentre l’oro viene utilizzato per decorare le crepe. 

Questa pratica si basa sulla filosofia giapponese del wabi-sabi, che celebra la bellezza dell’imperfezione e dell’incompiuto. Secondo questa visione, la perfezione e la simmetria sono prive di personalità, mentre l’imperfezione è espressione intrinseca della natura e della vita stessa.

Il Kintsugi applica questa filosofia alla riparazione degli oggetti, cercando di far emergere la bellezza delle crepe, invece di nasconderle. Piuttosto che considerare un oggetto rotto come inutile o da buttare via, viene trasformato in un’opera d’arte unica. 

Riparare le ferite dell’anima

Le esperienze difficili, come la perdita di una persona cara, la fine di una relazione o una malattia, possono lasciare crepe e ferite nell’anima. Piuttosto che soffocarle o ignorarle, il Kintsugi ci invita a valorizzarle come parte integrante della propria storia animica.

In questo senso, il Kintsugi può essere un’occasione per riscoprire la propria forza interiore e l’innata capacità di guarigione. Quando si accetta e si trasforma una ferita dell’anima, si diventa più consapevoli e resilienti, pronti a cogliere le sfide della vita con maggiore saggezza e gratitudine.

Il processo di riparazione delle ferite dell’anima con l’oro della consapevolezza – per citare Selene Calloni Williams – richiede un grande lavoro interiore, ma il risultato finale è la trasformazione della propria ferita in una fonte di forza e di bellezza.

Puoi aiutarti con la pratica della meditazione o di altre tecniche che ti permettono di lavorare a livello interiore. Anche le esperienze in gruppo potrebbero facilitarti in questo lavoro, proprio grazie all’energia delle altre anime che partecipano insieme allo stesso processo.

Dovrai imparare a gestire il turbinio mentale e le emozioni negative, per farlo dovrai fare un grande lavoro di presenza e riconnetterti alla frequenza della tua anima.

Questo lavoro di integrazione e guarigione ti permetterà d sperimentare diversi benefici:

  • L’accettazione delle ferite come parte preziosa della propria storia e della propria anima ti renderà più forte a livello spirituale.
  • Acquisirai la consapevolezza di essere responsabile rispetto agli eventi della vita e che ogni esperienza negativa ci serve per evolvere a livello psicologico e animico.
  • La trasformazione della sofferenza in un’opportunità di crescita personale ti permetterà poi di essere di sostegno per gli altri.
  • Sperimenterai una ritrovata leggerezza nel cuore e la gioia naturalmente sgorgherà da esso.

Ricorda che dentro di te hai tutti gli strumenti per superare ogni avversità, in te dimora un immenso potere… riprenditelo.

Risorse utili

Wabi Sabi e Kintsugi (Video Seminario) Streaming - Da Vedere Online Wabi Sabi e Kintsugi (Video Seminario) Streaming – Da Vedere Online
Come riparare le ferite con l’oro
Selene Calloni WilliamsCompralo su il Giardino dei Libri
Kintsugi Kintsugi
Ripara le ferite dell’anima e rendi prezioso ogni istante della tua vita
Selene Calloni WilliamsCompralo su il Giardino dei Libri

Ultimo aggiornamento 13 Ottobre 2023

Se hai trovato interessante questo articolo e ti è stato utile, sostieni Visione Olistica con una donazione. Grazie!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here