Digitopressione: la mappa dei punti più efficaci

digitopressione
Il tempo per cambiare

La digitopressione è una tecnica che deriva dall’antica Medicina Tradizionale Cinese, affine alla pratica dell’Agopuntura. In questo articolo vediamo come localizzare nel corpo i punti più importanti dei meridiani energetici e come stimolarli per favorire uno stato di salute ottimale.

Introduzione

Premetto che la digitopressione può seguire diversi metodi di applicazione, tanto che viene utilizzata in molte discipline, dalla fisioterapia alla riflessologia.
Il corpo infatti è una “mappa” – per così dire – che può essere utilizzata in molti modi, ma ora vediamo in modo specifico i punti tradizionali dei meridiani energetici della medicina cinese.

La MTC ci insegna che il corpo umano ha una fitta rete di canali energetici che scorrono poco sotto la pelle, nei quali fluisce l’energia vitale (o Qi o prana) necessaria alla vita e alle funzioni dell’organismo.

Quando l’energia è bloccata o stagnante, o il sistema energetico non è in equilibrio, si creano i presupposti per l’insorgenza di disturbi e malattie.

Secondo l’antica scienza dell’agopuntura, stimolando determinati punti è possibile favorire un riequilibrio energetico e la naturale predisposizione dell’organismo alla guarigione.

Detto questo, ti voglio suggerire un modo per favorire il tuo benessere o risolvere piccoli disturbi autonomamente utilizzando appunto la digitopressione, che rientra tra le tecniche utilizzate in vari tipi di massaggio olistico.

Questa tecnica consiste nello stimolare specifici punti del corpo per trattare determinati disturbi o stimolare le funzionalità di specifici organi.

Attraverso la stimolazione di questi punti viene sollecitato il flusso dell’energia vitale, permettendo di liberare le tensioni e l’energia bloccata, di alleviare il dolore, di favorire il rilassamento, di stimolare le funzionalità dell’organismo e di ripristinare il benessere generale.

Ora ti descrivo alcuni dei punti più importanti, il loro posizionamento, le funzioni e le relative indicazioni.

I punti più importanti

Ecco alcuni tra i punti più importanti dei meridiani energetici che puoi stimolare per favorire il tuo benessere o contrastare attuali problematiche di salute.

ST 36 – Tre distanze

Localizzato sul meridiano di Stomaco 2 dita sotto la linea mediana del ginocchio, un dito verso l’esterno lungo la cresta tibiale anteriore (v. figura).

st 36

Azione: regola e tonifica stomaco e milza, tonifica il Qi e il sangue.

Indicazioni: sensazione di pienezza, dolori gastrici, diarrea, stipsi, gonfiore, paralisi, stanchezza, indebolimento muscolare, cefalea, ipertensione arteriosa, confusione mentale.

LI 4 – Fondo della valle

Localizzato lungo il meridiano del Grosso Intestino sul lato dell’indice a metà del II metacarpo, sulla prominenza del I muscolo (v. figura).

li 4
Azione
: blocca il dolore, rimuove le ostruzioni dai meridiani, stimola la funzione dei polmoni, tonifica il Qi.

Indicazioni: malattia da raffreddamento, febbre, cefalea, tosse, mal di denti.

PC 6 – Barriera Interna

Localizzato sul meridiano del Ministro del Cuore 2 dita sopra la linea del polso (v. figura).

pc 6
Azione
: tonifica e armonizza cuore e milza, regola il Qi, lenisce il dolore.

Indicazioni: dolore al petto e all’addome, dolore epigastrio, paura, depressione, nausea, vomito, insonnia, dolori alla mano, palpitazioni, epilessia, isteria.

SP 6 – Riunione dei tre Yin

Localizzato lungo il meridiano di Milza 4 dita sopra il malleolo interno, sul bordo della tibia (v. figura).

sp 6
Azione
: tonifica la milza e il pancreas, stimola la funzione del fegato, tonifica i reni, stimola e favorisce la circolazione dei liquidi.

Indicazioni: tensione, stanchezza, diarrea, nausea, coliche addominali, problemi digestivi, debolezza alle gambe, malattie al tratto genitale, ulcera addominale, ritenzione urinaria.

LV 3 – Grande assalto

Localizzato lungo il meridiano di Fegato nella depressione all’incrocio del primo e secondo dito (v. figura).

lv 3
Azione
: tonifica e regola il fegato e la vescica biliare, regola e raffredda il sangue.

Indicazioni: dolore e tensione al petto e ai fianchi, cefalea, malattie del tratto gastrointestinale, diarrea, nausea e vomito, dolore alle ginocchia, gonfiore alla gola, ipertonia, vertigini, insonnia, crampi.

KI 3 – Ruscello maggiore

Localizzato lungo il meridiano di Rene fra l’apice del malleolo interno e il tendine d’Achille (v. figura).

ki 3
Azione
: tonifica e regola i reni, fortifica la parte lombare e le ginocchia.

Indicazioni: disturbi della minzione, cistite, diminuzione dell’attività sessuale, dolori genitali, disturbi mestruali, dolori lombari, mal di gola, tosse, perdita di peso, mani e piedi freddi, insonnia, acufeni, asma, diabete, mal di denti.

Questi contenuti sono tratti dal libro Atlante di Agopuntura (Ed. Hoepli)

Come massaggiare i punti

Vediamo i diversi modi per massaggiare e stimolare questi punti.

Manualmente

La stimolazione manuale prevede il massaggio del punto con un dito (pollice o indice in base alla posizione del punto). Il massaggio va fatto con una leggera pressione in senso rotatorio per tre minuti in ciascun punto.

Moxibustione

Una alternativa al massaggio e all’agopuntura è la moxibustione che permette la stimolazione dei punti tramite il calore. Leggi l’articolo di approfondimento su come fare la moxa.

Agopuntura elettronica

Anche la tecnologia ci viene incontro. Un’ulteriore alternativa è infatti l’agopuntura elettronica, attraverso un dispositivo che ci permette di localizzare precisamente il punto e di stimolarlo meccanicamente.

Risorse utili

Atlante di Agopuntura Atlante di Agopuntura
Meridiani principali e secondari – Caratteristiche, localizzazione e stimolazione degli agopunti – Tavole e testi
Carl Hermann HempenCompralo su il Giardino dei Libri

Se hai trovato interessante questo articolo e ti è stato utile, sostieni Visione Olistica con una donazione. Grazie!

CONDIVIDI
Avatar
Sono un'anima in cammino nella sua esperienza evolutiva, ricercatore indipendente, studioso della mente e dello spirito. In questa vita mi occupo di marketing online e ho unito queste competenze con la passione per la medicina olistica, la spiritualità e l'esoterismo in questo progetto, che ha lo scopo di condividere e promuovere risorse utili per la ricerca interiore, la crescita personale e il benessere psico-fisico.

3 Commenti

  1. Difatti nonostante le abbia provate alcune di quelle tecniche, e a livello comunicativo credo vada scritto in alto non provare senza l’aiuto di un medico o di uno specialista ,posso affermare che mi sento meglio. Però parlandone con il medico lui sconsiglia di fare quella sopra il polso da soli( ndr. barriera interna) perché potrebbe causare problemi seri in quanto collegata con il cuore (non ricordo il nome specifico del problema) le altre tecniche mi ha detto di farle ; però vedendo le immagini si complimentava perché erano ben fatte e mi ha chiesto di inviargliele .

  2. Da buon segno bilancia sentivo l’esigenza di stimolare il fondo della valle dopo una giornata pesante ho sentito i miei polmoni respirare in pieno , grazie per aver condiviso queste informazioni ieri avevo stimolato il punto sulla fronte tra le due sopracciglia al centro ,mi ricordavo cosi a mente e l’ho fatto ,però credo bisogni essere consapevoli di ciò che stiamo facendo .

    • Grazie Alberto per la tua testimonianza! Certamente bisogna essere consapevoli, meglio ancora fare dei corsi e seguire un maestro. Nel campo dell’agopuntura e MTC o della medicina energetica in generale occorrono anni di studio ed esperienza pratica.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here