Cosa ti impedisce di vivere nell’abbondanza?

Fai di tutto per guadagnare denaro e ottenere l’abbondanza nella tua vita, ma nonostante tutti i tuoi sforzi non riesci a raggiungerla?

In questo articolo parliamo di cosa ostacola l’abbondanza nella nostra vita e di come è possibile trasformare la nostra “realtà”.

Hai problemi economici?

Se stai facendo esperienza di scarsità economica, sappi che non dipende da qualcun’altro ma da te. Nessuno ci impedisce di accedere all’abbondanza, facciamo tutto da soli!
In passato anche io ho avuto problemi economici, le provavo tutte, ma niente, i soldi erano sempre insufficienti.
Se anche tu stai vivendo una situazione simile, sappi che dentro di te potrebbero esserci delle convinzioni e degli schemi che ti stanno limitando l’accesso al denaro, anche se non ne sei consapevole.

Nel nostro inconscio infatti potremmo aver “registrato” dei convincimenti sul denaro e sulla ricchezza che ci impediscono di accedere al flusso di denaro desiderato (che questo sia in quantità moderate o in abbondanza non fa differenza).
Infatti, in questa vita (e in vite precedenti) abbiamo vissuto situazioni e sviluppato convinzioni sul denaro che si sono radicate nel nostro inconscio, dentro di noi.

Anche se non ne siamo coscienti questi schemi mentali profondi condizionano la nostra attuale vita, compresa la situazione economica. Oltretutto, abbiamo anche atteggiamenti che ci limitano in questo, ma di cui non siamo accorti. Pensieri e convincimenti che stanno di fatto creando la nostra attuale realtà.

Se ad esempio non credi di poter ricevere una grande quantità di denaro o che il tuo progetto possa andare in porto o che tu sia meritevole, come pensi che sia possibile che ciò invece avvenga?

Se ancora non ne sei consapevole, sappi che il nostro ruolo nel (co)creare la realtà in cui viviamo è fondamentale. La mente (e soprattutto l’inconscio) contribuisce a manifestare la realtà che viviamo. Non serve nemmeno parlare del karma o di vite precedenti, già i pensieri che facciamo quotidianamente (e la società in cui viviamo) sono sufficienti a sbarrarci la strada verso l’abbondanza.

Poniti la domanda: perché non vivo nell’abbondanza? (ammesso che sia vero!)
Potresti rispondere, ad esempio: “Con uno stipendio normale e una famiglia da mantenere non è possibile”.
Se fosse così, sappi che in questo modo stai dichiarando e decretando il fatto che tu non puoi accedere a somme di denaro diverse da quelle che attualmente percepisci con il tuo stipendio.

Ma a guardar bene, questa è solo una delle infinite possibilità – come direbbe un fisico quantistico!
Non serve pre-occuparsi di sapere come fare per avere (o ricevere) denaro, non devi porre limiti all’Universo, alla vita, a te stesso. Accetta il fatto che questo sia possibile e che lo meriti.

D’altronde la “realtà” che percepiamo, ciò che sta “fuori”, non è altro che lo specchio di ciò che siamo “dentro”. (Vedi legge di attrazione o legge di risonanza)

Convinzioni e atteggiamenti limitanti

Una cosa importante è quella di rendersi conto delle proprie convinzioni sul denaro e degli schemi consci e inconsci che ci stanno limitando. Quali sono i tuoi pensieri (o convinzioni) rispetto al denaro?

Consciamente è più facile notare gli schemi mentali che abbiamo radicato, il problema sta in quelli inconsci, più difficili da scoprire.

Alcune convinzioni, affermazioni e schemi limitanti:

  • il denaro non fa la felicità
  • il denaro è sporco
  • il denaro è uno strumento demoniaco
  • il denaro è compromettente
  • io non merito di essere ricco
  • se sono ricco mi allontano da Dio
  • lo potrei fare solo se avessi molto denaro
  • non ho soldi, sono povero
  • per fare i soldi ci servono i soldi
  • etc…
Leggi anche:  Stare bene con se stessi: come trovare l'equilibrio interiore

Non solo gli schemi mentali, ma anche gli atteggiamenti nei confronti della ricchezza, influiscono rispetto alla tua propensione di attrarre abbondanza. Se riguardo ad una persona facoltosa, ad esempio, vivi un’emozione di invidia o di giudizio negativo, invece di essere contento per lei e magari stimarla, stai allontanando la ricchezza da te.

Siccome ciò in cui credi, per te è legge, comprendi come questi schemi ti stanno impedendo di vivere un rapporto sereno con il denaro e come questo flusso di energia sia ostacolato.
Il denaro, infatti, è semplicemente una forma di energia (come tutto) e come tale andrebbe trattato.

Oltretutto ci potrebbero esser anche blocchi molto profondi (di cui non siamo coscienti) che derivano anche dalle nostre vite passate o dal nostro albero genealogico. Ad esempio patti di povertà stabiliti in passato che ancora condizionano il nostro campo energetico.
Sono aspetti karmici che stanno influenzando la nostra realtà, ma che possiamo scoprire e trasformare per ristabilire il naturale accesso al flusso di denaro.

Riconoscere questi condizionamenti così profondi non è semplice e può essere utile farsi aiutare da operatori esperti in questo tipo di attività, che con adeguati strumenti ci permetta di farli emergere e ci aiuti a trasformarli.

NB: osserva bene che il denaro è solo un mezzo, l’abbondanza non significa accumulare banconote. Il denaro ti serve per fare la tua esperienza e realizzare i tuoi desideri, allora concentrati su quelli. Non saranno forse desideri troppo piccoli?

Trasformare gli schemi sabotanti

Se osservi bene, noi non siamo la mente. Tu non sei la tua “idea di te”, ma pura coscienza che si manifesta. Non sei solo il corpo biologico e quello mentale, ma un’anima. Siamo fatti di Spirito.
Tuttavia la mente esiste e gioca un ruolo importante, così come le esperienze che l’anima fa durante la sua evoluzione.

Per poter “indagare” il nostro inconscio o “scoprire” le vite passate esistono alcune tecniche che ci permettono di guardarci in profondità e vedere ciò che ci sta sabotando in questo momento della nostra vita. Questa vale per tutti gli aspetti, compresa la nostra relazione con il denaro.

Tra le varie esperienze che ho fatto, due tecniche che ho trovato utili per queste “indagini interiori” sono la Regressione alle vite precedenti e il ThetaHealing.
Ce ne sono anche altre ma queste sono molto potenti ed efficaci (sempre se fatte con operatori seri e qualificati).
Tra le due, sicuramente il ThetaHealing è quella, a mio avviso, che è più adeguata per questo tipo di “lavoro su di sè”.

Il Theta Healing è una tecnica energetica che permette un allineamento di mente, corpo e spirito, con il fine di eliminare schemi boicottanti e di vivere con pensieri positivi, sviluppando virtù in tutto ciò che facciamo.
In pratica l’operatore ci guida in uno stato meditativo in cui le onde cerebrali sono in fase Theta (tra i 4 e gli 8 hz) denominate anche onde del subconscio. In questo stato di profonda connessione con il nostro inconscio si possono scoprire schemi mentali e comportamentali che condizionano e creano pensieri, sentimenti e comportamenti limitanti nella nostra vita, e trasformarli.

Questo lavoro profondo sulle convinzioni permette di acquisire l’abilità di rimuovere e sostituire le origini delle emozioni, i sentimenti e i pensieri ostacolanti con altri “programmi” più funzionali ed utili a co-creare una realtà completamente nuova.
Il ThetaHealing attiva un rapido processo di benessere fisico, emotivo e spirituale che agisce direttamente sul codice del DNA grazie alla connessione con l’energia universale (o Fonte creatrice), permettendoci di divenire “co-creatori” della nostra realtà.

Leggi anche:  L'uomo che odiava il Buddha

Personalmente ho fatto più volte sedute di ThetaHealing, tutte esperienze estremamente profonde, per cui posso consigliarti di provarla, se senti che ti “risuona” dentro ed è giusto  per te.

Prima di lasciarti all’intervista di Federico, vorrei lanciarti una provocazione: ma non sarà che desideri denaro perché così ti sentiresti al sicuro/a per il futuro? Se fosse così sappi che questo nasce dalla paura, quindi domandati: cosa ti tornerà indietro dalla vita se quello che tu le offri è la paura?
Altra domanda: anche se ora il flusso di denaro nelle tue tasche non è “abbondante”, sei sicuro/a che non ci sia già abbondanza nella tua vita? Tanto per usare le parole di un thetahealer: sai come ci si sente a vivere nell’abbondanza?

Ecco, iniziamo a renderlo possibile!

Intervista a Federico Cresta

Durante la mia ultima esperienza di ThetaHealing, ho colto l’occasione per coinvolgere Federico Cresta, operatore e insegnante certificato ThetaHealing, a cui ho fatto alcune domande per condividere la sua esperienza di professionista del settore.

Qual è oggi il tuo rapporto con il denaro?

Il mio rapporto con il denaro ha subito uno shift considerevole quando ho compreso profondamente che i soldi non sono altro che una forma di energia e che il modo in cui li percepiamo determina la modalità con la quale entrano ed escono dalla nostra vita. Inoltre averli messi al servizio della mia missione animica e non viceversa, mi ha mostrato – e mi mostra tutt’ora – molto chiaramente che il denaro può essere ricevuto senza ricorrere a stratagemmi, sotterfugi o giochetti vari; può fluire liberamente, automaticamente e con facilità. L’abbondanza è uno stato d’animo e come tutto, va praticato.

Oltre a venire ai tuoi corsi di Theta Healing, puoi darci un consiglio che possiamo mettere in pratica per migliorare i “problemi” con il denaro?

Date al denaro uno scopo e non rendete il denaro stesso lo scopo del vostro lavoro o della vostra vita. Mettetelo al servizio dei vostri intenti e non viceversa.

Cosa significa per te “guarigione”?

Per me guarigione significa essere in pace con quello che c’è; aver sviluppato la capacità di accettare e guardare la realtà per quella che è. Così facendo, inevitabilmente, essa si svelerà e potrà accompagnarci e sostenerci verso i nostri intenti più profondi.

Qual è il tuo senso della vita?

Personalmente, tendo a non dare un senso ad ogni cosa. A volte preferisco che le cose siano solo quello che sono. Detto questo, sento che il senso della vita sia l’apertura; a se stessi, agli altri e alla vita stessa. Abbandonando quel senso di pericolo e difesa. Imparare ad essere autentici e a dire di sì alla realtà, senza opporsi continuamente a ciò che è. Fluire e godere di quanto c’è.. Perché c’è veramente tanto di cui godere. Continuamente.

Lascia un consiglio ad una giovane anima in cammino!

Lascio un consiglio a tutti, me compreso: prendiamoci meno sul serio!

Grazie a Federico per il suo contributo. Per tutte le informazioni su Federico e la sua attività vi rimando al suo sito: www.ilvolodellanima.it

Risorse utili

Abbondanza e Manifestazione - Theta Healing Vianna Stibal Abbondanza e Manifestazione – Theta Healing
Due meditazioni per accedere al Settimo Piano. Musiche di Capitanata
Vianna Stibal
Compralo su il Giardino dei Libri
Abbondanza e Creazione (Videocorso Streaming) Igor Sibaldi Abbondanza e Creazione (Videocorso Streaming)

Igor Sibaldi
Compralo su il Giardino dei Libri