Reconnective Healing: una riconnessione con il proprio Sé

The Reconnection è una pratica energetica sviluppata dal Dr. Eric Pearl, oggi diffusa in tutto il mondo, anche in Italia.

Avevo il desiderio di provarla e finalmente ho avuto la possibilità di farlo grazie al mio amico Matteo Trivelli, Reconnective Healing & Personal Reconnection Practitioner.
Ti racconto la mia esperienza in questo articolo.

Che cos’è la guarigione riconnettiva

Innanzi tutto bisogna fare una distinzione tra le due differenti modalità: The Reconnection e Reconnective Healing.
Entrambe sono evolute forme di interazione energetica con le frequenze energetiche universali (luce, energia e informazione), e sono funzionali all’equilibrio, al benessere e allo sviluppo della propria consapevolezza e, in generale, della vita.

Reconnective Healing possiamo intenderlo come un “trattamento energetico” (anche se è un termine impreciso) che può essere fatto anche più volte, mentre The Reconnection è un’esperienza che viene fatta una sola volta nella vita.

Reconnective Healing permette un bilanciamento energetico e un aumento della propria frequenza, che ci riporta al nostro stato naturale nel quale – come abbiamo più volte detto – si innesca automaticamente il naturale processo di auto guarigione innato dell’organismo.

Ma oltre alle positive conseguenze sul piano fisico, la guarigione riconnettiva porta ad un cambio vibrazionale e innesca una trasformazione su molti aspetti interiori, che più avanti ti racconto.

Nella sessione di Reconnection, invece, avviene una riconnessione dei meridiani e punti energetici del corpo umano con la griglia energetica del pianeta e dell’Universo.
E’ un’esperienza molto profonda che può cambiare la vita, nel vero senso della parola, poiché ci allinea con la missione della nostra anima e fa emergere i talenti e le possibilità per adempiere al proprio scopo di vita.

Con questa tecnica ci si riconnette ad quel sistema di intelligenza infinita, che innesca un processo ininterrotto per la guarigione, l’evoluzione accelerata della propria coscienza, e il progresso della propria vita.

Come si svolge una sessione

Durante una sessione di Reconnective Healing ci si sdraia sul lettino da massaggi e l’operatore opera energeticamente intorno al corpo senza toccarlo. La sessione può durare tra i 30 e i 45 minuti.

Come già detto, è una pratica che può essere fatta più volte.

The Reconnection invece avviene una sola volta e viene fatta in due giorni consecutivi in due sessioni da 40 minuti. Si suggerisce almeno una sessione di Reconnective Healing prima della Riconnessione.

Sensazioni durante la sessione

Ti racconto le mie sensazioni durante una sessione di Guarigione Riconnettiva: innanzi tutto ho percepito molto più l’energia rispetto ad altre tecniche (come il Reiki). Ovviamente non sto dicendo che una è meglio dell’altra, sono semplicemente diverse.

La sensazione più bella comunque è stata quella di non sentire più i “bordi” del corpo, mi percepivo come l’essenza che stava dentro al corpo ma non ne percepivo più l’involucro. Non c’era più separazione tra dentro e fuori.

Ho avvertito contemporaneamente una profonda pace e un profondo rilassamento. E’ stata un’esperienza intensa e nei giorni seguenti i benefici che ho percepito sono stati ancora più importanti.

I benefici riscontrati

Ho fatto la sessione di Reconnective Healing proprio nei giorni in cui avevo una grande infiammazione al centro della colonna vertebrale con fortissimi dolori e da diversi giorni non riuscivo a trovare una soluzione.

Ebbene, già la sera stessa, poche ore dopo la sessione, non avevo quasi più dolore! Veramente stupefacente. Evidentemente sono state sciolte, a livello energetico, le cause che avevano provocato l’infiammazione e il dolore alla schiena (nei giorni successivi lo capii molto bene).

Ma i benefici non furono solo sul piano fisico, percepivo infatti che stavano avvenendo ad ogni livello: fisico, emozionale, mentale e spirituale.

I giorni seguenti mi sentivo molto più centrato, avevo molto entusiasmo, ero pieno di energia e creatività, ero veramente connesso con me stesso e con la vita.

Successivamente accaddero anche cambiamenti nella mia vita personale, che sono stati funzionali per il proseguimento del cammino della mia anima.

Insomma è una tra le pratiche di guarigione energetica più interessanti che ho sperimentato, per cui se senti che è un’esperienza giusta anche per te, ti consiglio vivamente di farla.

Ti lascio con un video del Dr. Eric Pearl e una breve intervista a Matteo Trivelli.

Intervista a Matteo Trivelli

Raccontaci la tua esperienza con Reconnective Healing?

Dopo 15 anni praticando varie forme di guarigione energetica tra cui il Reiki, mi sono imbattuto in Reconnective Healing per caso attraverso una amica, incuriosito ho voluto provarla su di me e da subito sono rimasto estremamente colpito per l’efficacia e la rapidità dei suoi effetti: pace, serenità, chiarezza, capacità di decisione aumentata, forte accelerazione della mia crescita personale e spirituale, e a livello fisico una forte e immediata ridimensionata di tutte quelle tensioni muscolari che avevo ornai “croniche”. Subito dopo ho quindi deciso di voler imparare a farlo, e ho ricevuto la Riconnessione la quale ha ulteriormente potenziato e accelerato il percorso già iniziato con il Reconnective Healing.
Poi mi sono formato ai corsi col Dr. Eric Pearl e ho iniziato a praticare Reconnective Healing e The Reconnection sui miei clienti, i quali mi raccontano che sperimentano un processo di guarigione spesso simile al mio anche se con effetti differenti già che ognuno riceve ciò di cui ha bisogno.

Cosa significa per te il concetto di “guarigione”?

Guarire significa eliminare le cause che ci provocano una malattia o che comunque ci impediscono di vivere pienamente e di mantenere il nostro benessere. Oggi la maggior parte delle malattie che soffrono le persone sono molto probabilmente dovute a qualcosa di interno, di interiore, una qualche dinamica interna si è inceppata, o disequilibrata, o deviata, o è debole o è esageratamente forte, e così via.. e ciò può essere a uno o più livelli del nostro essere, ad esempio i livelli fisico, emozionale, mentale, spirituale.

Quindi guarire è innanzi tutto prendere coscienza di qual è la dinamica interna che sta generando la malattia. Normalmente il prenderne coscienza di per sé già è sufficiente per far iniziare a regredire lo stato di malattia, ma comunque poi per guarire definitivamente è necessario affrontare quei cambiamenti necessari al ristabilimento delle condizioni di armonia e equilibrio interiore, che la presa di coscienza innesca e ai quali non dovremmo opporre resistenza.

Le forme di guarigione energetica sono particolarmente adatte a superare quegli ostacoli che ci impediscono di arrivare a quelle dinamiche “distorte” che ci sfuggono o a cui non riusciamo ad arrivare in altri modi, e possono farlo in modo estremamente rapido e con effetti che tendono a essere definitivi. Reconnective Healing è al momento la forma di guarigione energetica più efficace che abbia mai visto.

Lascia un consiglio ad una giovane anima in cammino…

Scommetti sul conoscere te stesso, non accettare consigli che non risuonino in armonia col nostro essere, imparare a osservare il mondo e gli altri senza identificazioni e pregiudizi, ascoltare attivamente il proprio e unico istinto e intuito, accettare che il cammino è pieno di sorprese, poi il resto viene da sé.

Risorse utili

The Reconnection - La Riconnessione The Reconnection – La Riconnessione
Guarisci gli altri, guarisci te stesso
Eric PearlCompralo su il Giardino dei Libri
L'Essenza della Guarigione DVD L’Essenza della Guarigione DVD
The Reconnection – Video conferenza
Eric PearlCompralo su il Giardino dei Libri

Se hai trovato interessante questo articolo e ti è stato utile, sostieni Visione Olistica con una donazione. Grazie!

CONDIVIDI
Sono un'anima in cammino nella sua esperienza evolutiva, ricercatore indipendente, studioso della mente e dello spirito. In questa vita mi occupo di marketing online e ho unito queste competenze con la passione per la medicina olistica, la spiritualità e l'esoterismo, creando VisioneOlistica.it. Un progetto per condividere e promuovere risorse utili per la ricerca interiore, la crescita personale e spirituale, la medicina naturale e olistica.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here