Ultimo aggiornamento il 4 Aprile 2022

In questo articolo parliamo della Notte Oscura dell’Anima con Alice Grace – trainer certificata presso il World Institute for Incurable Diseases, specializzata nel riequilibrio energetico di persone affette da depressione e ansia.

SE PREFERISCI, PUOI ASCOLTARE L’INTERVISTA SUL NOSTRO PODCAST SPREAKER

Sempre ppersone stanno sperimentando l’oscurità e attraversando crisi di mancanza di senso, vuoto interiore, mancanza di una direzione, mancanza di una guida, collasso di tutto ciò che pensavano di essere e avere nella vita professionale e familiare. Improvvisamente tutto ciò che aveva perfettamente senso, una vita di successo, benessere finanziario, una vita famigliare tranquilla, è spazzato via e rimangano solo vuoto e incertezza, rimane un dolore che non è dolore, ma solo vuoto.

Dove trovare risposte?

Un adolescente che prima era socievole e curioso, comincia a ritirarsi in solitudine e sperimentare apatia, la scuola non va, gli amici non comprendono, domande sulla vita, sull’esistenza, mai poste prima cominciano a mettere in crisi i valori familiari, tristezza, isolamento, a volte quella che pare essere depressione.

Che fare con questo figlio? Psicologo? Psichiatra?

Questi sono solo alcuni degli esempi più comuni di manifestazione della Notte Oscura dell’Anima che si possono incontrare, che ho incontrato personalmente nella mia carriera di life coach e trainer del World Institute for Incurable Diseases, con il quale ho deciso di intraprendere la mia formazione. Dopo avere attraversato io stessa questo percorso dall’oscurità alla luce, ho deciso di dedicare la mia esperienza al servizio di coloro che ne soffrono.

Solitamente le persone si rivolgono a me come ultima spiaggia, quando tutte le altre modalità non hanno funzionato, dalle terapie convenzionali (come possono medicare l’anima?), alle terapie olistiche e naturali, allo yoga, alla meditazione, ai gruppi di supporto, alla religione, niente sembra portare sollievo. La cosa peggiore avviene se si cerca sollievo a questo macigno interiore, come molti giovani oggi, nella droga e nell’alcohol; allora si che a quel punto, è facile perdersi per sempre.

Non ci sono state soluzioni alla Notte Oscura fino ad ora, perché essa è innescata dall’Anima: la scienza ignora l’esistenza dell’Anima, il misticismo ne ha un concetto vago ed ermetico, per la religione è un “respiro immortale”.

Cosa direste invece se vi dicessi che l’Anima ha una sua anatomia con aure e centri energetici e una sua vita e dimensione di esistenza che pochi conoscono?

Cos’è la Notte Oscura dell’Anima?

Il primo ad usare il termine Notte Oscura dell’Anima fu San Giovanni della Croce nel XVI secolo nel suo poema Notte Oscura, dove descrive la sua apatia spirituale interiore nella ricerca di Dio.

La stessa Madre Teresa di Calcutta ne soffrì fino alla sua morte, grandi avatar come Gesù e il Buddha, al loro livello, attraversarono questo percorso. Non solo religiosi, tuttavia, ma anche personaggi come Beethoven, Marie Curie, Dante Alighieri, Emerson, sperimentarono questa condizione.

Che cos’è, quindi, la Notte Oscura dell’Anima? Essa è uno stadio di oscuramento della personalità innescato dall’Anima quando decide di spingerci a cercare nuovi significati, a cercare nuove strade, a cercare il nostro proposito di incarnazione.

Talvolta questo passa attraverso il fallimento del nostro business, a perdite finanziarie se questi aspetti non sono allineati a ciò che l’Anima vuole per noi, a crisi familiari nel caso in cui il risveglio spirituale di un adolescente sia impedito, per esempio, dall’incomprensione dei genitori.

Il risveglio spirituale e l’infusione dell’Anima nella personalità sono infatti gli scopi ultimi della Notte Oscura. Quando la persona intraprende un percorso di riequilibrio energetico e viene accompagnata e indirizzata nella giusta direzione a perseguire la sua crescita spirituale con un curriculum appropriato al suo prossimo livello, e a portare servizio, la Notte Oscura ha raggiunto il suo scopo, il “dramma della personalità” innescato dall’Anima trova ora la sua risoluzione.

Attenzione, però. Non tutti i casi di vuoto interiore, collasso dell’esistenza, mancanza di significato, sono Notte Oscura dell’Anima. Qualche volta si tratta di depressione psicologica, dipendenze, ecc.

La Notte Oscura si innesca infatti solo quando l’Anima si sta risvegliando e necessita di ancorarsi alla personalità, mentre dipendenze, depressione e altro, possono avere cause scatenanti ambientali, familiari, sociali e karmiche soprattutto. Come distinguerla quindi?

La cosa migliore è affidarsi a professionisti in materia che siano in grado di valutare il profilo di anatomia spirituale della persona e individuare gli elementi chiave tramite valutazioni energetiche, sia nel caso di depressione e Notte Oscura, e offrire la guida necessaria in entrambi i casi.

Non vi è consapevolezza della Notte Oscura, eppure sta diventando una pandemia, l’umanità la attraverserà presto.

Una Notte Oscura globale

Guardiamoci intorno. Guardiamo al deterioramento socio-psico-economico-politico spirituale che l’umanità sta attraversando. Guardiamo ai cambi di regime globali da parte di imperi in declino che in nome di un clepto-capitalismo affamano e sterminano interi paesi e civiltà.

Guardiamo al 50%, in aumento, della ricchezza globale in mano all’1% della popolazione; guardiamo alla soppressione della libertà di parola e di pensiero, all’educazione dei giovani, che invece di educare l’essere umano con valori e virtù è tristemente e sterilmente orientata a insegnare concetti a memoria.

Guardiamo ai mass media che intontiscono la mente rubando tempo e creatività alle persone; alla dittatura sanitaria imposta dai governi; all’aumento di compravendita di armi; all’epidemia di oppiacei negli stati uniti e alla diffusione di massa di droghe chimiche e vizi, che stanno distruggendo la mente dei giovani. E se distruggiamo la mente dei giovani in che futuro possiamo sperare che proprio loro saranno i leader di domani?

Guardiamo alla religione, che risposte offre alla corruzione, all’aumento delle dipendenze, alla piaga della disuguaglianza, all’abuso del nostro pianeta? Ci sono ora più di 7 peccati capitali. E dove stanno la spiritualità e le persone spirituali?
Coloro che dovrebbero essere l’antidoto alla propagazione del male ed agire contro di esso, a diffondere il bene e a portare servizio sono impegnati a meditare e fare yoga, a dibattere se seguire Gurdjieff, Guenon o Castaneda, se sia meglio la Kabbalah o lo Gnosticismo, se Alice Bailey abbia davvero incontrato Djwhal Khul o comunicato solo telepaticamente, chiusi nella propria autocelebrazione a proclamare misericordia e perdono con il male che irride la loro ingenuità.

L’umanità si deve risvegliare dal torpore, deve lottare per la sua libertà. Le Anime più avanzate dovranno rispondere presto alla chiamata dell’Anima di portare servizio alla vita e aiutare l’evoluzione del proprio pianeta, che poi è il vero scopo della spiritualità. Abbiamo bisogno di una nuova spiritualità, che sia pratica e sia al servizio del mondo e risolva i problemi di oggi.

Nel mio lavoro incontro spesso persone che mi chiedono: Qual è il proposito della mia Anima? La mia risposta è sempre: qual è lo scopo di una cellula del tuo corpo? Servire la tua nascita, crescita, morte e percorso. Così ogni essere umano dovrebbe essere consapevole di essere parte di un tutto più grande, e che il suo proposito e scopo di incarnazione si allinea a quello del suo macrocosmo.

La pandemia, la guerra, la crisi economica, la carestia, e molto di più colpiranno l’umanità causando una Notte Oscura globale per risvegliare e scuotere l’umanità dal suo stupore. Quando il suo grido disperato raggiungerà i cieli, i cieli, forse, ascolteranno il lamento dell’umanità e risponderanno. La fine dell’ordine mondiale per come lo conoscevamo è qui. Che scelta abbiamo? Abbiamo una scelta?

“La Notte Oscura dell’Anima è reale e tutta la sua esperienza è sacra per coloro che l’hanno attraversata. È come morire in modo che si possa rinascere a nuova vita, una vita nella quale l’Anima sia in grado di esprimere il suo curriculum per crescere e diventare più saggia fino a diventare Maestra.”
– Master Del Pe, autore del libro “Oltre la Notte Oscura dell’Anima”.

Referenze:
Master Del Pe “Oltre la Notte Oscura dell’Anima (https://masterdelpe.com/online-store/Italian-Store)


Se stai attraversando la Notte Oscura, ora sai che c’è una speranza, una luce luminosa, la luce e la missione della tua Anima, che ti aspettano alla fine del tunnel se avrai il coraggio e la forza di superare le tue prove per riemergere alla luce, con la guida della tua Anima e di qualcuno, se ne avessi bisogno, che ha già vinto con successo la sua battaglia interiore.

Per contattare Alice Grace: [email protected]

Se hai trovato interessante questo articolo e ti è stato utile, sostieni Visione Olistica con una donazione. Grazie!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here