Fisica quantistica e fotoni: informazioni e frequenze per il benessere

Taopatch medicina quantisitca biofotoni

La tecnologia Taopatch unisce le conoscenze dell’antica medicina con quelle più moderne della medicina quantistica in piccoli dispositivi “adattivi” per il corpo umano.

Sono circa due anni che utilizzo la tecnologia Taopatch® e in questo articolo voglio presentarti questi dispositivi innovativi e raccontarti come hanno migliorato la mia salute e il mio benessere.

La medicina tradizionale cinese

Nell’antica medicina c’è una grande saggezza e una profonda conoscenza dell’organismo e dell’individuo, soprattutto in una delle più antiche: la medicina tradizionale cinese.
Tra le varie tecniche della MTC, una delle più famose è l’agopuntura, una tecnica naturale per il benessere e la salute i cui fondamenti si basano sul concetto di energia ed equilibrio.

Nell’agopuntura, la mappa di riferimento è il sistema energetico che è costituito da un complesso sistema di canali energetici (chiamati meridiani) che corrono lungo tutto il corpo. In questo sistema fluisce l’energia che alimenta tutto l’organismo.

La loro esistenza, per chi non lo sapesse, è stata scientificamente dimostrata pochi anni fa, attraverso mezzi di contrasto innovativi e sono stati rinominati Sistema di Bonhang o Primo Vascular System (ci sono tutte le pubblicazioni ufficiali nelle riviste internazionali).

Secondo la MTC la malattia insorge quando si presenta un disequilibrio nel sistema, individuabile in un ristagno (o blocco) energetico nei meridiani (o in alcuni punti specifici) che non permette il libero fluire dell’energia.

La tecnica dell’agopuntura infatti agisce lungo i meridiani attraverso la stimolazione di specifici punti, chiamati agopunti, per ripristinare l’equilibro energetico ed eliminare lo scompenso, tramite stimolazione con aghi, digitopressione o attraverso moxibustione.

Questa pratica è usata tutt’oggi, anche in occidente, soprattutto come medicina preventiva, infatti nella concezione della medicina tradizionale non si cura il sintomo, ma piuttosto si agisce per mantenere uno stato di salute ottimale.

La medicina quantistica

L’evoluzione della scienza – da Einstein che sosteneva che tutto fosse energia, fino ai giorni nostri con la moderna fisica quantistica – ci ha aperti sempre più ad una visione “energetica” e “sottile” della materia.

Grazie alla fisica dei quanti, anche nel campo della medicina, ci stiamo spostando verso una nuova visione: dalla chimica si è passati a pensare in termini di frequenza, informazione e coerenza.

Tanto per usare le parole di Nicola Tesla:

Per comprendere l’universo bisogna pensare in termini di energia, frequenza e vibrazione.

Oggi, siamo consapevoli che anche i pensieri sono energia e informazione e in questo nuovo scenario le prospettive per comprendere come è possibile interagire con la materia diventano “incredibili”.

Grazie a questa nuova consapevolezza la visione della salute cambia: si riesce a comprendere che la malattia si presenta quando c’è uno scompenso informazionale, quando cioè le frequenze e le informazioni non sono coerenti con il sistema, creando così una distorsione funzionale all’interno dell’organismo.

E’ tutta questione di biofotoni

Grazie alla teoria dei biofotoni del fisico F.A. Popp, oggi sappiamo che ogni cellula e ogni organo assorbe ed emette biofotoni (energia luminosa o “quanti energetici”), che permettono il passaggio delle informazioni tra le cellule.

Queste informazioni vengono gestite attraverso il sistema elettromagnetico dell’organismo, il cui stato ottimale rappresenta la base per la salute. Se infatti avviene uno squilibrio o un’alterazione in questo sistema di informazioni, si iniziano a creare i presupposti per l’insorgere della malattia.

Questo dimostra che la vita biologica di qualsiasi essere vivente è un evento fisico di natura informazionale e quindi elettromagnetica.
Stando così le cose, per ripristinare lo stato ottimale del sistema si può intervenire sullo scompenso direttamente attraverso il campo di informazione.

Informazioni che curano

E se si riuscisse a trasmettere informazioni “corrette”, coerenti al sistema in squilibrio?
Oggi, in realtà, già esistono alcune realtà che da tempo utilizzano con successo questo approccio.

Sembra ci stiamo avvicinando ad una medicina dell’informazione che permette, “semplicemente” di re-informare correttamente un determinato sistema attraverso frequenze (informazioni) coerenti.

Con questo approccio si possono “trasmettere” informazioni che ripristinano il naturale stato di salute del sistema senza l’utilizzo di sostanze chimiche. Un input utile all’organismo può essere “trasmesso” sotto forma di frequenza e non solo attraverso una molecola chimica.

Il connubio vincente: TaoPatch

Se fosse possibile trasmettere all’organismo le informazioni utili per ripristinare lo stato di salute ottimale?
E’ possibile “trasferire” le informazioni che mancano in un sistema in squilibrio per ripristinare lo stato di salute?

Sembra che qualcuno si stia avvicinando a questo….

Oggi esiste una realtà italiana, la Tao Technologies, che ha realizzato una tecnologia in grado di farlo.
I Taopatch, infatti, sono dispositivi in grado di trasmettere informazioni coerenti con l’organismo grazie ad una tecnologia quantistica.

I dispositivi Taopatch riescono a trasmettere fotoni coerenti con il corpo umano (della stessa lunghezza d’onda) attraverso l’applicazione degli stessi su precisi punti, come recettori, trigger point, ma usati anche lungo meridiani energetici.

Il merito di Fabio Fontana, founder della Tao Technologies, è quello di essere riuscito ad unire l’antica scienza della MTC con le più innovative tecnologie in piccoli microchip di nemmeno 2 cm2.

I Taopatch appaiono come piccoli dischetti di materiale plastico all’esterno ma super-tecnologico all’interno. I Taopatch sono dispositivi che possono essere utilizzati da tutti 24h al giorno, ma prevedono protocolli di applicazione specifici. Infatti i destinatari principali di questa tecnologia sono medici e professionisti della salute e benessere che, dopo un percorso formativo dedicato all’applicazione dei Taopatch, possono utilizzarli nei propri studi per i propri pazienti.

Il principale ambito di applicazione dei dispositivi riguarda la propriocezione, ovvero il sistema dell’organismo atto al controllo del movimento, della postura e della gestione del corpo nello spazio. Tuttavia, l’utilizzo dei Taopatch, oggi ha dato ottimi riscontri in molti campi e viene utilizzato da professionisti e privati sia in ambito medico, che sportivo.

In generale l’utilizzo dei Tao Patch può aiutare a:

  • Migliorare il movimento del corpo e recuperare le funzionalità articolari
  • Ridurre o eliminare alcuni dolori in pochi minuti, se dovuti ad errati schemi posturali
  • Favorire un recupero energetico e un aumento del benessere globale
  • Ottimizzare le prestazioni fisiche e biologiche
  • Incrementare la propriocezione

Personalmente ho trovato beneficio nell’utilizzo dei Taopatch sia a livello posturale, che a livello energetico, constatando un aumento generale dell’energia e del benessere.
Li ho utilizzati anche per trattare delle particolari problematiche di intestino e pancreas, riuscendo a trovare un sostegno importante che non ho trovato con altri metodi. 

Oggi, la sperimentazione di questa tecnologia, che la Tao Technologies sta portando avanti in ambito clinico, sta dando riscontri positivi anche nell’applicazione in casi di patologie complesse come nei disordini del movimento della sclerosi multipla, facendo ben sperare che in un breve futuro l’evoluzione della medicina quantistica possa apportare supporto e benefici in tutti gli ambiti della salute della persona, fisica e non solo.

Intervista a Fabio Fontana

Parlaci un po’ di te, come sei arrivato fino a qui? Quando e come ti è venuta l’idea dei Taopatch?

In realtà, tutto nasce da un percorso più che da un’idea specifica. Mi occupavo di inquinamento elettromagnetico e credevo fortemente che potesse disturbare la nostra salute. Grazie alla conoscenza e allo scambio con molti ricercatori, ho creduto che, come attraverso dei segnali si potesse ricevere un disturbo, si potesse attraverso lo stesso principio interagire in modo costruttivo con la nostra salute.

Sognavo di realizzare qualcosa di piccolo ed economico, utilizzabile da tutti da indossare tutti i giorni, una sorta di upgrade e sogno tutt’ora un futuro in cui curarsi sarà molto più facile, scoprendo come attivare le capacità di autoriparazione del corpo.

Molti ricercatori al mio fianco avevano la stessa visione ed hanno permesso questo viaggio.

Hai difficoltà a comunicare questo tipo di informazioni al pubblico e questa nuova tecnologia agli “addetti ai lavori”?

La domanda di riserva qual è? 🙂 All’inizio è stata dura, sono più le porte che ho preso in faccia che quelle che ho trovato aperte. Una lezione di vita durissima. Ho ricevuto molte critiche  costruttive, molte inutili e molte offese a titolo gratuito. Credo faccia parte del gioco, tenere in mano una potenziale tecnologia, fino ad oggi vista solo nei film, non è facile da accettare.

Dividerei le persone in 2 categorie: i dinosauri studiati e gli eterni studenti.

I dinosauri studiati sono tutti coloro si sono laureati o specializzati decine di anni fa, studiando libri scritti su teorie di 30 anni prima e poi hanno smesso di studiare e soprattutto di guardare l’avanzamento tecnologico e scientifico globale. In poche parole sono persone che ragionano con conoscenze di 50 anni fa almeno. Nel frattempo nel mondo si sono scoperte altre centinaia di migliaia di cose, alcune che affermano anche l’esatto contrario di conoscenze di 50 anni prima.

Questo in tutti i campi, la medicina, la fisica, l’elettronica e non solo…

Faccio sempre questo esempio: dal momento che si è scoperto che la Terra fosse “rotonda” e non più “piatta”, quanto tempo ci è voluto perché tutti lo sapessero? Allo stesso modo molte scoperte moderne vengono criticate da questo tipo di persone, a prescindere. Come se il loro motto fosse  “quello che non so già non esiste”.  Il lato veramente negativo di questo è che, soprattutto in Italia, dove il livello di analfabetizzazione informatica è altissimo e il ricambio generazionale inesistente, troviamo troppo spesso in tutti i settori, troppi dinosauri studiati.

Gli eterni studenti sono invece tutte quelle persone a cui piace informarsi e formarsi in continuazione, sono i ricercatori più avanti, sono tutti coloro che credono di poter sempre imparare qualcosa ancora, che guardano con stupore il progresso e cercano di stare al passo, ma anche docenti e ricercatori che difendendo il rigore scientifico, cercano di dimostrare o di dare spazio anche alle nuove teorie o scoperte. In questi anni ho avuto l’onore di conoscere migliaia di professionisti Italiani e stranieri. Fisici, medici, biologi, docenti e ricercatori straordinari. Persone che hanno sempre voglia di andare avanti, uomini e donne che rimango per ore incantato ascoltare ed avere li piacere e la fortuna di lavorare con loro non mi sembra vero. Soprattutto è straordinario vedere che sono i migliori ad essere i più umili e a trattare tutti alla pari.

Ora che la nostra tecnologia è stata oggetto di 3 tesi di laurea o specializzazione, che è menzionata in alcuni libri di settore, che è in uso a migliaia di professionisti, tutto è più facile. Il passaparola tra i medici, i fisioterapisti e le persone, ci ha permesso di crescere molto.

Svelaci qualche segreto! Che cosa c’è “dentro” ai Taopatch?

Simone, ti svelerò il segreto più grande. Dentro il Taopatch ci sono l’impegno, la determinazione, la speranza, i sacrifici, il desiderio di aiutare il prossimo, le notti a studiare, i test, il desiderio di cambiare il mondo di menti geniali italiane. Questo è il segreto più grande!

Queste menti hanno mixato le più moderne nanotecnologie provenienti dal mondo in un impasto hi-tech che si alimenta con il calore del corpo e con la luce esterna, con lo scopo di trasmettere al corpo degli impulsi che lo aiutino a migliorare la sua propriocezione e quindi la capacità inconscia di gestire ogni movimento muscolare necessario al movimento, al mantenimento dell’equilibrio, ma anche ad avere nella mente una mappa tridimensionale di come il corpo si muova nello spazio e nel tempo.

Tutto questo è apprezzabile anche ai non esperti di posturologia.

Quando qualcosa funziona veramente, raccoglie lo stupore e il piacere di diffonderla, questo credo sia un altro nostro piccolo grande segreto, ci siamo concentrati sull’efficacia e sul risparmio, pensando di aiutare gli altri, e questo le gente lo percepisce.

Devo essere un professionista del settore per utilizzare i Taopatch oppure posso fare un corso e imparare ad utilizzarli anche come privato?

Le nostre tecnologie attualmente sono pensate per aiutare tutti, ma attraverso chi già si occupa di salute. I nostri corsi sono aperti a tutti i professionisti del settore sanitario, principalmente medici e loro specializzazioni, odontoiatri e fisioterapisti.

Saranno loro stessi ad imparare l’uso della tecnologia e ad applicarla sui loro pazienti in funzione dei risultati che vogliono ottenere.

Quali sono le prospettive per il futuro della Tao Technologies e in generale della medicina quantistica?

Abbiamo grandi prospettive in molti settori. A livello commerciale stiamo per iniziare l’espansione internazionale, piovono richieste da tutto il mondo, in molti stati è più facile lanciare delle novità di questo tipo. Per quanto riguarda la ricerca, stiamo per pubblicare alcuni lavori su riviste scientifiche internazionali, questo proprio per suscitare interesse nel mondo.

Per quanto riguarda invece la tecnologia, ci stiamo divertendo a studiare tutti i settori applicativi. Stiamo già preparando i prodotti che usciranno tra 1, 2, 5 e 10 anni, mano a mano che avanzerà la sperimentazione e che le persone comprenderanno che esiste un nuovo approccio alla salute, li vedremo sul mercato.

L’integrazione tra tecnologia, elettronica e salute è sempre più tangibile, ogni giorno nel mondo vengono fatte scoperte sensazionali. Per Tao Technologies e per tutti noi, vedo un futuro da protagonisti nel modo della biofisica applicata alla medicina.

Sito ufficiale Tao Technologies: www.taopatch.com

Risorse utili

Medicina Quantistica Piergiorgio Spaggiari Caterina Tribbia Medicina Quantistica
La medicina attraverso la Fisica dei Quanti – Terza edizione
Piergiorgio Spaggiari, Caterina Tribbia
Compralo su il Giardino dei Libri
Nuovi Orizzonti in Medicina Fritz - Albert Popp Nuovi Orizzonti in Medicina
La teoria dei biofotoni
Fritz – Albert Popp
Compralo su il Giardino dei Libri

Se hai trovato interessante questo articolo e ti è stato utile, sostieni Visione Olistica con una donazione. Grazie!

CONDIVIDI
Sono un'anima in cammino nella sua esperienza evolutiva, ricercatore indipendente, studioso della mente e dello spirito. In questa vita mi occupo di marketing online e ho unito queste competenze con la passione per la medicina olistica, la spiritualità e l'esoterismo, creando VisioneOlistica.it. Un progetto per condividere e promuovere risorse utili per la ricerca interiore, la crescita personale e spirituale, la medicina naturale e olistica.