Cristalloterapia: le proprietà terapeutiche di pietre e cristalli

cristalloterapia pietre cristalli 1

Quando abbiamo davanti una pietra o un cristallo potremmo vedere semplicemente una bel minerale e considerarlo solo un bell’oggetto di arredamento. Eppure le pietre e i cristalli sono “viventi” ed emettono specifiche frequenze, che possono essere utili per il nostro benessere e la nostra guarigione.

In questo articolo parliamo delle proprietà delle pietre e dei cristalli più conosciuti, scoprendone i benefici sul piano fisico, emotivo, energetico e spirituale.

La cristalloterapia

La cristalloterapia è una pratica della medicina olistica, che si prefigge di eliminare disfunzioni o malesseri mediante l’utilizzo di cristalli e pietre minerali, lavorando sui piani sottili.

Ogni cristallo infatti ha delle proprietà benefiche per riportare equilibrio e armonia nell’individuo su vari livelli, attraverso l’interazione con il corpo energetico dell’essere umano.

Le proprietà di pietre e cristalli e la loro efficacia furono scoperte migliaia di anni fa in molte delle più antiche civiltà. I cristalli venivano utilizzati durante le cerimonie, per divinare il futuro, come portafortuna e per la cura di specifici disturbi.

In questo articolo riassumo le proprietà benefiche delle pietre e dei cristalli più utili per il nostro benessere.

Quarzo Ialino (o Cristallo di Rocca)

Il quarzo Ialino è il “Re dei Quarzi”, è un cristallo chiamato anche “Cristallo di Rocca”, tra i minerali più comuni sulla Terra.

L’uso del quarzo ialino ha origini antiche ma viene utilizzato anche oggi, come altri cristalli, per decongestionare e purificare le energie ristagnati nel corpo e nel campo energetico, grazie alla sua purezza e alla capacità di trasformare e armonizzare l’energia.

Grazie alla elevata frequenza energetica è tra i tipi di quarzo più famosi, utilizzato nella medicina olistica per la purificazione dei centri energetici (insieme al altre pietre come il quarzo rosa, l’ametista, etc). E’ adatto a lavorare su ogni chakra, in particolare il settimo.

Nei trattamenti energetici il quarzo ialino riesce a canalizzare le energie dei chakra verso l’alto, stimolando un riequilibrio armonico dell’energia e favorendo il contatto col Sé Superiore.

Lavora sul piano mentale aiutando a ordinare i pensieri e a schiarire la mente, sul piano interiore aiuta a risvegliare lo spirito ed è di grande aiuto nella crescita personale perché infonde energia positiva benefica.

Il quarzo ialino dissolve le energie negative e potenzia quelle positive, è perfetto per concentrare le affermazioni positive, le preghiere e inviare pensieri di guarigione.

Ametista

L’Ametista è una varietà di quarzo di colore viola conosciuta maggiormente nella forma di drusa o geode (roccia cava con i cristalli appuntiti).

E’ una delle pietre più conosciute e apprezzate per la sua forma, il suo colore e le sue proprietà, viene utilizzata dalla bigiotteria all’uso terapeutico.

L’ametista ha molti effetti benefici, è utile contro il mal di testa, per l’insonnia, per attenuare i dolori e stimolare la digestione e il metabolismo.

Oltre ai benefici sul piano fisico, l’ametista è una pietra molto utilizzata nella cristalloterapia ed è considerata la pietra della spiritualità e dell’illuminazione. Favorisce il risveglio spirituale, fornisce serenità e saggezza e permette di raggiungere stati superiori di coscienza.

E’ una delle pietre più adatte alla preghiera e alla meditazione, è collegata al sesto chakra e, agendo sull’epifisi, aiuta a sviluppare il sesto senso. Favorisce l’intuizione e l’ispirazione, allontana i pensieri negativi.

L’ametista è una pietra di protezione da ogni tipo di negatività, offre uno scudo sottile che permette di evitare gli effetti delle energie pesanti di persone e ambienti, utile anche per armonizzare l’energia di casa.

Ossidiana

L’ossidiana è un vetro vulcanico la cui versione più diffusa è di colore nero, ma ne esistono molte  varianti: trasparente, verde, mogano, arcobaleno, dorata, etc.

In cristalloterapia viene utilizzata per i dolori fisici del corpo e per favorire i processi di rigenerazione dei tessuti, ma la peculiarità di questa pietra riguarda il piano psicologico, energetico e spirituale.

L’ossidiana è un ottimo anti-stress, aiuta a liberare la mente da emozioni negative come la rabbia e la puara, utile anche per superare momenti di forte shock o traumi.

Sul piano energetico e spirituale, le frequenze dell’ossidiana aiutano la pulizia dell’aura da blocchi energetici, proteggono dalle negatività e favorisce il contatto con il mondo dello spirito, è molto utile anche nella pratica della meditazione.

Occhio di Tigre

E’ un cristallo di quarzo caratterizzato da striature gialle, marroni e dorate, simili all’occhio della tigre, da cui il nome. E’ conosciuta anche come pietra che attira denaro e porta fortuna nel gioco d’azzardo.

L’occhio di tigre è collegata al terzo chakra ed è in relazione con il proprio potere personale, la volontà e l’integrità. E’ la pietra del vero guerriero spirituale, accentua l’abilità di capire e di mediare senza pregiudizi, apporta equilibrio nel giudizio e nella gestione del proprio potere.

L’occhio di tigre addolcisce i temperamenti aggressivi e favorisce un equilibrio emozionale, apporta chiarezza mentale, consapevolezza e determinazione.

Regola la funzionalità della milza, pancreas, fegato, disintossica il sangue ed è benefica per il cuore.

E’ una pietra altamente protettiva contro le energie negative di ambienti e persone. Consigliata anche per la meditazione.

Fluorite

La fluorite è un cristallo proveniente da un minerale (fluoruro di calcio) la cui pietra lavorata appartiene alla categorie delle pietre preziose. La fluorite è nota anche come la “pietra del genio” perché rinforza la memoria e può accrescere il quoziente di intelligenza.

Le sue proprietà sono funzionali per riequilibrare le energie spirituali e mentali. Utile da utilizzare quando la mente è stanca, aumenta la forza cerebrale permettendo un miglioramento della concentrazione e dell’intuizione.

La fluorite è spesso utilizzata anche dagli operatori del benessere per sviluppare consapevolezza spirituale e a penetrare il significato profondo delle cose. La fluorite stimola poteri medianici e apporta luce nell’aura, favorendo l’apertura del terzo. Consente alla mente di conservare la dimensione meditativa più facilmente.

Shungite

La Shungite è una pietra minerale naturale di colore nero lucido proveniente principalmente dalla Russia, caratterizzata per lo più da Carbonio.

La sua particolare struttura molecolare le conferisce caratteristiche uniche – in modo particolare la Shungite Elite che viene utilizzata in molti campi: per purificare l’acqua, per schermare dai campi elettromagnetici, per il riequilibrio energetico, la meditazione, etc.

Le proprietà terapeutiche e purificatrici della Shungite sono testimoniate da anni dalla popolazione russa, che da anni utilizza questo minerale a scopi curativi.

Per approfondire leggi l’articolo a questa pietra dalle straordinarie proprietà.

Agata

L’agata è una varietà di quarzo calcedonio, usata fin dall’antichità in quanto ritenuta una pietra magica. L’agata è protettrice delle gravidanze, infonde coraggio e rilassa, permettendo l’audacia e l’ottimismo, favorendo anche la meditazione. Libera dalle catene e sprona ad intraprendere nuove iniziative, stimola la fiducia e la speranza, apre all’ispirazione.

Libera dal senso di oppressione, dallo stress e dalla paura. L’agata ha proprietà protettive per occhi e pelle, rinforza lo stomaco, il fegato, il cervello e i polmoni. Accresce il senso di sicurezza, stimola la concentrazione e la produzione di soluzioni pratiche. Questa pietra dona pacatezza e chiarezza interiore. Favorisce l’ascolto, l’introspezione e l’auto-osservazione.

L’agata esiste in vari colori ognuno dei quali è associato ad un chakra, quella verde ad esempio è collegata al chakra del cuore, quella bianca al settimo chakra, quella arancione al secondo.

Granato

Il granato è un agglomerato minerale dalla struttura cristallina dal colore rosso arancio. E’ rappresentato dall’elemento fuoco ed è associato infatti al primo chakra.

Le proprietà principali del granato sono quelle di rigenerazione e pulizia dei blocchi energetici, favorisce e stimola il metabolismo, migliora la circolazione del sangue e accelera la guarigione.

A livello interiore questa pietra favorisce la fiducia in se stessi e l’autoaffermazione, stimola la forza di volontà e la gioia di vivere. Aiuta nel radicamento e ad uscire da momenti di stasi o di blocco interiore.

Lapislazzuli

Il Lapislazzuli è una varietà di pietre preziose, di colore blu, costituita da lazurite, calcite e pirite, è una delle pietre più utilizzate nella cristalloterapia per le sue proprietà che favoriscono la visione interiore.

E’ associato al quinto e sesto chakra, a livello fisico favorisce la risoluzione delle problematiche legate alla gola, ma è utile anche nella regolazione del ciclo mestruale.

A livello mentale e spirituale il Lapislazzuli contribuisce a ritrovare un equilibrio interiore e sviluppare l’intuizione.

Corniola

La Corniola è una pietra di calcedonio di colore arancio-rosso utilizzata sin dall’antichità. E’ collegata al primo chakra e quindi aiuta a gestire l’energia fisica.

Favorisce le funzioni metaboliche, utile per la purificazione del sangue, per mitigare le problematiche legate ai reni e i dolori all’addome.

A livello interiore sviluppa il coraggio e sostiene il lavoro interiore sulla dipendenze e sugli stati depressivi.

Come purificare e ricaricare le pietre

Per sfruttare al massimo le proprietà delle pietre e dei cristalli è necessario purificarli, ripulendoli dalle energie che hanno trattenuto.
Purificare le pietre ci permette di ripristinare la loro forza energetica e le loro proprietà terapeutiche. Per farlo possiamo utilizzare diversi metodi, semplici ma efficaci.

Procedimento:

  1. Lavare i cristalli con acqua corrente fredda per qualche minuto, poi lasciarle a bagno per 24 ore nell’acqua aggiungendo abbondante sale grosso. Al termine sciacquare le pietre con acqua corrente. Questa pratica farà scaricare le energie negative accumulate dal cristallo.
  2. Per ricaricare l’energia dei cristalli sotterrateli nella terra per almeno 3 giorni (il trattamento di ricarica completo prevede il sotterramento per 21-28 giorni).
  3. In alternativa o in aggiunta all’interramento possiamo esporre i cristalli alla luce del sole e della luna per 3 giorni.
  4. Un ultimo modo efficace per purificare un cristallo è quello di utilizzarne altri, come ad esempio, una geode di quarzo o di ametista.

Se anche tu hai avuto esperienza con l’utilizzo delle pietre, condividila nei commenti!

Risorse utili

Alcuni libri per approfondire l’argomento trattato.

La Guarigione con i Cristalli La Guarigione con i Cristalli
Usi terapeutici di cristalli e pietre
Katrina Raphaell
Compralo su il Giardino dei Libri
L'Arte di Curare con le Pietre L’Arte di Curare con le Pietre

Michael Gienger
Compralo su il Giardino dei Libri

Se hai trovato interessante questo articolo e ti è stato utile, sostieni Visione Olistica con una donazione. Grazie!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here